Menu
Carrello 0

Come scegliere la porta della doccia

In base all'organizzazione del tuo bagno puoi scegliere la porta da doccia più adatta alla tua esigenza. Dalla porta battente a quella pieghevole, passando per le pareti fisse, tipo walk-in con barra stabilizzatrice o con paretina movibile. Su tutti i nostri prodotti è stato applicato il trattamento easyclean-anticalcare sui cristalli e quello antiossidante sulle parti metalliche.
Per una scelta accurata del modello è giusto tenere conto dei seguenti elementi:
  • Tipo di apertura
  • Materiali
  • Dimensioni
  • Finiture


Principali caratteristiche di una porta da doccia

Per prima cosa è necessario di valutare la situazione, ovvero la posizione della doccia e le sue dimensioni. La tua doccia potrebbe essere delimitata da tre, due o una sola parete. In base alla configurazione del tuo bagno, dovrai quindi scegliere:
La tipologia della doccia:
  • Angolare su tre lati;
  • Angolare su due lati;
  • Per nicchia

Il metodo di apertura che più si adatta alla tua situazione:
  • Scorrevole;
  • Battente singola;
  • Doppia porta battente-Saloon
  • Pieghevole;
  • Walk-in.

Se spesso la porta viene posata direttamente su un piatto doccia, può anche essere installata in una doccia a filo pavimento, senza piatto doccia. In questo caso bisogna fare più attenzione alla scelta del modello perché le misure potrebbero differenziare e scostare di qualche millimetro/centimetro rispetto all’installazione su piatto doccia e i prodotti potrebbero non essere compatibili al 100% per l’installazione su filo pavimento.
La finitura della porta viene scelta secondo i gusti e il grado d'intimità desiderato. Si possono trovare box doccia con i cristalli trasparenti o satinati creando così un effetto opaco. I telai e le parti metalliche possono essere cromate lucide o satinate rendendole così di color grigio.
Su tutti i nostri prodotti vengono effettuati vari trattamenti come quello easy clean-anticalcarce che viene effettuato sui cristalli e agevola la manutenzione e pulizia del prodotto non permettendo all’acqua di fermarsi sulla superficie e dando la possibilità di utilizzare prodotti per la pulizia non troppo aggressivi.
Altro trattamento è quello antiossidante fatto sui telai e sulle parti metalliche. L’anodizzazione è utile perché serve a rendere il materiale impermeabile agli attacchi degli agenti corrosivi, in particolare degli ossidi. Inoltre serve per aumentare la durezza del materiale, per isolare termicamente la superficie e favorire la resistenza all’usura.

Porta della doccia: configurazione in nicchia o d'angolo

Doccia d'angolo
Se l’esigenza è quella di chiudere un angolo, si possono avere due possibilità. La prima è formare il box doccia utilizzando due porte, che possono avere varie tipologie di apertura, battente, pieghevole o scorrevole.
La seconda realizzarla con una porta ed una parete laterale fissa ed anche in questo caso si possono avere le stesse tipologie di apertura del primo caso.
In entrambi i casi bisogna controllare bene le misure del piatto doccia e tenere conto di installare il prodotto almeno 1 cm rientrante rispetto al filo esterno del piatto doccia.


Doccia in nicchia
Se invece l’esigenza è quella di chiudere una nicchia, ovvero doccia delimitata da tre pareti, sarà possibile farlo con varie tipologie di porte doccia di varie misure, sia con larghezza che altezza. La porta sarà sorretta da un lato tramite il telaio a muro e avrà un telaio di chiusura, magnetico, sul lato opposto, oppure totalmente intelaiata. La scelta del modello, al di la delle misure, sarà sulla tipologia di apertura. Un anta battente, doppia anta battente, scorrevole, pieghevole oltre che alla finitura del cristallo, trasparente o satinato e dei telai cromati lucidi o satinati.

I quattro tipi di apertura della porta

Porta singola ad anta battente
Questa soluzione è Ideale per chi vuole sfruttare al massimo lo spazio d’ingresso alla nicchia doccia, avendo così un accesso più ampio. Formata da una porta singola, reversibile e ancorata su un lato dal telaio a muro e completata tramite un telaio di chiusura con guarnizione magnetica, per garantire una impermeabilità totale, sul muro opposto. Considerazione importante da fare è quella dello spazio in quanto essendo apribile solo verso l’esterno necessità di uno spazio maggiore rispetto ad altre tipologie di apertura.


Porta doppie ante battenti - Saloon
Soluzione con qualche differenza rispetto a quella precedente ad anta singola battente. Si tratta sempre di una porta reversibile, qui formata da due ante battenti e dove si riesce a sfruttare quasi totalmente lo spazio d’ingresso. Differenza principale, con quella ad anta singola, sta nel fatto che l’apertura delle ante è possibile sia verso l’esterno che verso l’interno ed essendo l’apertura a saloon ha un minor impatto sullo spazio nel resto del bagno. Ogni anta viene sorretta da un telaio a muro e tra le due ante è presente una guarnizione magnetica così da garantire una chiusura ermetica ed impermeabile.

Porta Scorrevole
Soluzione ideale per chi ha la necessità di occupare il minor spazio possibile. L’apertura della porta non va ad influire sullo spazio del bagno poiché la porta è formata da due pannelli, uno fisso ed uno mobile che va a sovrapporsi a quello fisso creando così lo spazio di ingresso. Porta reversibile e si può trovare totalmente intelaiata sui 4 lati o più libera con un solo binario superiore per lo scorrimento della porta. Considerazione fondamentale per la scelta è quella che lo spazio di ingresso rimane limitato in quanto la parte apribile è indicativamente la metà della misura della nicchia.

La porta pieghevole
Questa soluzione è quella che offre la migliore soluzione per avere uno spazio di ingresso ampio senza andare ad avere ingombro, per l’apertura delle ante, nel bagno. Tipologia che si può trovare in due versioni: pieghevole a libro o scorrevole (a soffietto). Si tratta sempre di una porta reversibile formata da due pannelli mobili che vanno a chiudersi su loro stessi ed una volta appoggiati al muro lasciano la possibilità di avere un’apertura molto ampia e agevole.

Parete walk-in
Tipologia che necessita di molto spazio nel bagno perché formata da un pannello singolo fisso posizionato su un lato della doccia lasciando libero un altro lato della doccia utilizzato come spazio d’ingresso. Soluzione adottata per lo più in bagni con uno spazio ampio di ingresso alla doccia. In alcuni casi si può aggiungere alla parete Walk-In una paretina mobile di piccole dimensioni (30/40 cm) per limitare gli schizzi d’acqua.

Le porte d'accesso angolari
Nei box angolari con entrambe le porte sui due lati, sia con apertura battente che scorrevole, si otterrà lo spazio di ingresso sull’angolo del box doccia e non frontalmente come se fosse composto da una porta più una parete fissa. Metodo ottimale se si vuole uno spazio d’ingresso ampio.
I materiali che compongono una porta doccia I materiali utilizzati per la realizzazione di una porta doccia sono: Cristallo Temperato antinfortunistico, per quanto riguarda i pannelli in vetro. Per le parti di struttura tutti i telai, a muro, montanti, profili e telai di chiusura, sono in alluminio sottoposto a trattamento antiossidante di anodizzazione. La ferramenta in acciaio inox. Le guarnizioni sono in PVC. Cristallo Temperato
Il Cristallo temperato antinfortunistico ha molti vantaggi, rispetto ad altri materiali. Il più importante è che in caso di rottura, si frantuma in tanti pezzettini non affilati che riducono quasi a zero il rischio di procurarsi ferite. Il cristallo può avere vari spessori, da 4 mm a 10 mm. Può essere in due finiture differenti, trasparente o satinato. E un materiale che necessita di poca manutenzione nella pulizia in quanto sono tutti sottoposti a trattamento anticalcare - easy clean.
Questo fa si che la maggior parte di acqua scivoli sulla superficie del cristallo senza formare gocce che possono lasciare segni del calcare. Il trattamento non è permanente e va rinnovato nel tempo.


Alluminio, Acciaio Inox e PVC

  • Alluminio: vine utilizzato per tutte le parti metalliche che compongono la struttura come telai a muro, montanti, profili e telai di chiusura. Tutti questi elementi sono sottoposti a trattamento antiossidante di anodizzazione per garantire e rendere il materiale impermeabile agli attacchi degli agenti corrosivi, in particolare degli ossidi. Inoltre serve per aumentare la durezza del materiale, per isolare termicamente la superficie e favorire la resistenza all’usura.
  • Acciaio Inox: utilizzato per la ferramenta, così da renderli antiruggine e di lunga durata.
  • PVC: utilizzato per le guarnizioni, realizzate con un sistema innovativo per garantire un’ottima impermeabilizzazione.



Finiture e aspetto della porta da doccia

Il vetro della porta può avere finitura acidata-opaca o trasparente.
Tuttavia, per quanto riguarda la finitura opaca, fai attenzione al senso di posa: la porta dovrà essere installata con il lato liscio del vetro all'interno della doccia, per una migliore pulizia dal calcare.


 

Dimensioni

Porte nicchia e Box Angolari
Le dimensioni disponibili che si possono trovare nel nostro catalogo sono molte e coprono quasi tutte le dimensioni delle nicchie o piatti doccia angolari attualmente in commercio. Si possono trovare quelle più comuni da 70, 80, 90, 100, 120, 130, 140, 160 centimetri ma anche quelle intermedie come da 75, 85, 105, 115, 125, 135 centimetri.
Alle porte, battenti o scorrevoli, si può aggiungere una parete laterale se l’esigenza è quella di chiudere un angolo. Si possono abbinare alle porte pareti laterali di dimensioni da 70, 76, 80, 90, 100 centimetri.
Le dimensioni, sopra citate, non sono disponibili per tutte le tipologie di prodotto perché ogni prodotto ha le sue caratteristiche ben precise.
Una volta individuato il modello che si vuole acquistare, porta nicchia, box angolare o walk-in, e la tipologia di apertura, battente, pieghevole o scorrevole, si deve sempre consultare la scheda tecnica (vedi esempio nell’immagine a lato sinistro), presente nella galleria fotografica, dove vengono specificate tutte le misure a cui bisogna fare riferimento prima di confermare l’ordine. Per questo motivo è bene prendere delle misure precise e accurate dello spazio dove si dovrà installare il prodotto e ripeterle a varie altezze, a terra appoggiando il metro sul bordo del piatto doccia, ad un metro e infine a due metri, per capire se il muro può presentare un fuori squadro e non essere perfettamente in linea, creando così dei problemi durante il montaggio.
Una volta presa, con precisione, la misura che si ha a disposizione si deve consultare la scheda tecnica dove vengono riportate le varie tolleranze d’installazione per ogni singola dimensione. Questa tolleranza varia da modello a modello e non è mai uguale per i vari prodotti e ci permette di capire se il modello che stiamo decidendo di acquistare si adatta al nostro spazio o se dobbiamo optare per una misura differente. Nella scheda tecnica viene anche riportata la misura dello spazio d’ingresso.
Per misurare lo spazio a disposizione è bene utilizzare un metro rigido o a nastro, non si consiglia di utilizzare metro da sarto perché non permette di rilevare la misura con precisione.
Le altezze disponibili dei prodotti sono, 185, 190, 195, 200 centimetri, invece lo spessore dei cristalli può variare dai 4, 5, 6, 8 millimetri. L’altezza del prodotto e lo spessore del cristallo variano in base al modello scelto.

 


Walk-In o Parete Fissa


Oltre alle classiche tipologie di prodotti, porta per nicchia o box doccia angolare, si può optare per l’acquisto di una parete Walk-In. Si tratta di pareti formate da un’unica lastra in cristallo, di spessore 6, 8, 10 millimetri e di altezza 185, 195 o 200 centimetri che va a coprire solo un lato del piatto doccia lasciando il secondo lato aperto per permettere l’ingresso.
Le dimensioni delle pareti walk-in sono, 50, 60, 70, 80, 85, 90 e 100 centimetri e tutte le pareti sono vendute con in dotazione una barra stabilizzatrice, di varie forme e dimensioni, che ha la funzione di mettere in sicurezza il prodotto.
Ad alcuni walk-in, si può decidere di aggiungere una paretina girevole di 30 o 40 centimetri che crea una specie di chiusura parziale sul lato che rimane libero.



Box Doccia Semicircolari, quadrati o rettangolari.


Altra tipologia che si può trovare è quella formata dai box angolari semicircolari che si possono avere due modelli:
Semicircolare Quadrato: con i due lati di dimensioni uguali.
Si possono avere da 80x80 cm oppure da 90x90 cm. Le altezze disponibili sono 185 o 195 centimetri e il cristallo da 5 o 6 millimetri di spessore. Caratteristiche che variano in base al modello scelto se con porte battenti o scorrevoli.
Semicircolare Rettangolare: con i due lati con dimensioni differenti. Si può avere di dimensioni 76x90 cm oppure 80x100 cm. Altezza di 185 cm e cristallo di 5 millimetri di spessore. Tipologia che si può avere solo con porte scorrevoli.


Il raggio di curvatura per installare questa tipologia di box doccia deve essere di 55 centimetri.


 

Alcune considerazioni e caratteristiche sui nostri prodotti

  1. Se scegli una porta a battente singola, fai attenzione l’apertura è possibile solo verso l’esterno e bisogna tenere conto dello spazio d’ingombro nel bagno;
  2. Se lo spazio a disposizione nel bagno è limitato e desideri acquistare una porta battente, opti per una porta con apertura a saloon o pieghevole, l’apertura sarà sia ver so l’interno che l’esterno;
  3. Per avere un minor impatto sull’ingombro della porta nel bagno valuti se acquistare una porta scorrevole;
  4. Se si desidera avere uno spazio d'ingresso il più ampio possibile valuti una porta con apertura battente. Le porte scorrevoli hanno uno spazio di ingresso ridotto;
  5. Tutte le porte battenti, hanno un sistema di sollevamento anta che così facendo permette all’anta di sollevarsi leggermente evitando così che la guarnizione strusci sul piatto doccia;
  6. Se la scelta ricade su una porta con ante opache la parte liscia andrà posizionata verso l’interno del piatto doccia in modo da poter pulire più facilmente i cristalli;
  7. Per i piatti doccia filo pavimento o installazione a pavimento dei box doccia angolari le misure di tolleranza potrebbero non corrispondere al 100% e differenziare di qualche centimetro;
  8. Le guarnizioni in dotazione sono in PVC realizzate con un sistema innovativo per garantire un'ottima impermeabilizzazione; 
  9. Telai sono in alluminio di alta qualità e sottoposti a trattamento antiossidante, cromo lucido o satinati/opachi, per garantire ed avere una cromatura inalterata nel tempo;
  10. Le viti e la ferramenta sono in acciaio inox, anti ruggine per garantire una maggiore resistenza e una durata più lunga dell’integrità dell’elemento.